Scaffalature Dinamiche in Toscana | Magazzini Verticali Automatici a Pistoia, Firenze, Prato e Lucca.

SAMET srl --
  -- -- -- -- -- -- -- --
 
-- CARRELLI DA MAGAZZINO
-- CARRELLI FRONTALI
-- BATTERIE RADDRIZZATORI E
     SALE DI RICARICA
-- SCAFFALATURE STATICHE
-- SCAFFALATURE DINAMICHE
-- SOLUZIONI LOGISTICHE
 
SAMET - Carrelli elevatori - soluzioni logistiche SAMET - Carrelli elevatori - soluzioni logistiche SAMET - Carrelli elevatori - soluzioni logistiche


SCAFFALATURE INDUSTRIALI DINAMICHE

Le scaffalature industriali di tipo dinamico sono strutture in cui le merci si muovono per raggiungere la postazione di stoccaggio e o prelievo e rappresentano la soluzione con il più alto contenuto tecnologico per garantire la massima produttività e sicurezza a fronte di un maggior investimento iniziale.
Quando spazi, unità di carico e flussi dei materiali lo richiedono, lo stoccaggio di tipo dinamico consente alti indici di riempimento volumetrico con evidenti vantaggi in termini di velocità operative e costi di gestione.
Sono disponibili magazzini verticali di tipo modulare con concetto “merce a portata di mano” fino alla soluzione a navicella Radio shuttle, sempre con formula “chiavi in mano”.

  • Scaffalature Portapalletts a GravitÓ: Si tratta di scaffalature di tipo dinamico dove le unitÓ di carico, sia pallettizzate che a colli, si muovono all'interno della struttura, per effetto della forza di gravitÓ combinata... CONTINUA A LEGGERE

  • Magazzini verticali automatici: il principio di base è molto semplice: non è l’operatore che si avvicina al prodotto ma il prodotto che, su richiesta dell’operatore si avvicina allo stesso; soluzione particolarmente idonea per la riduzione dei tempi operativi, di affaticamento e produttività e costi di gestione del magazzino, in caso di stoccaggio di unità di carico di dimensioni limitate con elevato indice volumetrico di riempimento del magazzino; questi magazzini possono essere di due tipi, a piani rotanti o a piani traslanti, in cui la merce staziona in vassoi movimentati da un estrattore mobile che esegue i prelievi portando il vassoio richiesto alla bocca di prelievo; tramite sensori la distanza tra i vassoi viene ottimizzata automaticamente.

  • Porta palletts a gravità: normalmente utilizzato per movimentare unità di carico su palletts ad alto indice di rotazione, quando nello stesso corridoio si possono posizionare prodotti o con lo stesso codice o per lo stesso cliente, basa il funzionamento del carico che si muove per effetto della gravità su canali inclinati, scorrendo su apposite rulliere; consente un ottimo utilizzo dello spazio, con applicazioni solitamente F.I.F.O..

  • Radioshuttle: la soluzione ottimale per casi in cui vengano gestite poche referenze ma ad elevata capacità e densità volumetrica di stoccaggio; basa il proprio funzionamento sulla navicella radiocomandata autoalimentata indipendentemente, in grado di “vedere” l’unità di carico e che trasporta le merci all’interno di una scaffalatura di tipo Drive In, con la possibilità di diversificare le merci per ogni tunnel di stivaggio; possibile utilizzo anche in celle frigo o in configurazione autoportante.Le configurazioni ottenibili sono molteplici, dalle applicazioni FIFO o LIFO, ai prelievi tramite Picking o di tipo misto; in ogni caso mentre il Radioshuttle trasporta il carico l’operatore è libero di lavorare altrove